Delibera di Consiglio

PDF
Numero: 28
Data: 27.10.2009


Approvazione atto transattivo e modifica Statuto e Convenzione per trasformazione dell'ATO LE/1 in Consorzio.


Il Consigliere Aprile espone il punto all’O.d.G.
Interviene il Consigliere Gentile, il quale chiede l’utilità derivante per il Comune di Martignano, dall’approvazione di tale Atto.
Interviene il Sindaco, ribadendo che si tratta di un atto dovuto per il Comune di Martignano, perché si sta discutendo della modifica dello Statuto e della Convenzione per la trasformazione dell’ATO LE/1 in Consorzio. Tale modifica si rende necessaria , in quanto, è intervenuto l’Atto di Transazione citato nell’Atto deliberativo. Dal 2010 la gestione del Servizio Rifiuti, sarà a carico dell’ATO LE/1. 

Premesso: 

  • Che il Commissario delegato per l'emergenza ambientale in Puglia con decreto n. 189 del 19/10/2006 stabiliva, tra l'altro, il termine di sessanta giorni, dalla notifica di detto atto ai Comuni appartenenti all'ATO LE/1, per la trasformazione volontaria, nella forma specificatamente individuata dagli enti locali, della Autorità per la gestione dei rifiuti in soggetto con personalità giuridica.

 

  • Che con deliberazione n. 40 del 15/12/2006 l'ATO LE/1 ha approvato sia la trasformazione dell'ATO in Consorzio che i relativi Statuto e Convenzione.

 

  • Che con delibera del Consiglio Comunale n. 29 del 08/10/2007 è stato preso atto della suddetta deliberazione ATO ed approvato il relativo Statuto e Convenzione.

 

  • Che il solo Comune di Cavallino con delibera n. 71 del 31/10/2007 ha approvato di aderire al Consorzio ATO LE/1, facendo tuttavia riserva e salvezza degli esiti dei ricorsi nn. 97/2007, 2420/2007 e 8390/2007R.G., pendenti dinanzi al TAR del Lazio Sez. I e dunque restando “impregiudicata la valutazione di merito delle censure sollevate” dal comune di Cavallino in giudizio in quanto alla “legittimità di specifiche clausole dello Statuto e della Convenzione istitutiva”  dei Consorzio ‑ A‑ T. 0. LE/1.

 

  • Che il Consorzio non è stato ancora oggi costituito perché il TAR del Lazio con sentenze n. 4870707 e 4871/07, accogliendo i relativi ricorsi presentati dal Comune di Cavallino, ha annullato il decreto n. 189 del 19/10/2006, la deliberazione ATO n. 40 del 15/12/2006, nonché tutte le delibere dei 26 Comuni.

 

  • Che il Commissario per 1'emergenza ambientale. delle Regione Puglia ha proposto appello al Consiglio di Stato avverso la suddetta sentenza del TAR del Lazio.

 

  • Che tale appello non è stato ancora deciso, mentre le sentenze di I grado sono esecutive; 

Considerato

  • Che al fine di dirimere ogni questione ostativa alla costituzione del Consorzio ATO LE/1, in data 07/08/09 è stato sottoscritto tra l'ATO LE/1, il Comune di Cavallino e il Commissario delegato per l'emergenza rifiuti in Puglia, un atto transattivo, che stabilisce quanto segue: 
  1. I terreni di sedime e gli impianti di smaltimento dei rifiuti attualmente a servizio dei 27 comuni costituenti l'ATO LE/1, che ricadono tutti nel territorio del Comune di Cavallino sono di proprietà, o diventeranno di proprietà alla scadenza dei contratti di gestione in essere, del Comune di Cavallino con vincolo di destinazione a servizio dell'ATO LE/1 sino a nuove modifiche legislative; 
  2. Alla scadenza dei contratti di gestione in essere, ove gli impianti siano ancora utilizzabili, l'affidamento della gestione sarà fatta dall'ATO LE/1; 
  3. lo Statuto e la Convenzione allegati alla delibera dell'ATO n. 40/2006 vengono così modificati: 

- l'art. 2 comma 2 dello statuto viene sostituito dal seguente testo: “la proprietà degli impianti rimane di esclusiva titolarità degli enti locali, mentre il Consorzio subentra all'ente locale esclusivamente nella titolarità dei contratti di affidamento della gestione in corso”.
- l'art 2 comma 2 e l'art. 4 della Convenzione vengono interamente eliminati. 

     4.  il Comune di Cavallino rinuncerà ai predetti ricorsi, nonché alla esecuzione ed agli effetti delle predette sentenze dei TAR Lazio con compensazione delle spese di giudizio tra le parti, nel momento in cui diverrà esecutiva ed inoppugnabile la delibera dell'ATO di modifica dello statuto e della Convenzione di cui al punto 3) del presente atto;

    5.  La Regione Puglia, in persona del Presidente della Regione Puglia. anche nella sua veste di Commissario delegato, una volta che sarà intervenuta la rinuncia del Comune di Cavallino di cui al punto 4) dei presente atto, e che sarà diventata esecutiva ed inoppugnabile la trasformazione dell'ATO in Consorzio, rinuncia per sopraggiunta carenza di interesse, all'appello pendente dinanzi al Consiglio di Stato con compensazione delle spese di giudizio tra le parti.

    6.  Le intese raggiunte con il presente atto saranno efficaci e vincolanti a seguito dell'approvazione dei presente atto di transazione da parte dell'assemblea dell'ATO LE/1, che dovrà avvenire entro 45 gg. decorrenti dalla sottoscrizione del presente accordo. 

  • Che in ottemperanza a quanto stabilito nel suddetto atto transattivo l'Assemblea dei Sindaci dell'ATO LE/1 con delibera n. 20 del 16/09/2009, all’unanimità dei presenti, ha preso atto ed ha approvato detto documento, nonché, ha approvato la conseguente modifica dello Statuto e della Convenzione, secondo quanto di seguito riportato:

- l’art. 2 comma 2 dello Statuto viene sostituito dal seguente testo: “la proprietà degli impianti rimane di esclusiva titolarità degli enti locali, mentre il Consorzio subentra all'ente locale esclusivamente nella titolarità dei contratti di affidamento della gestione in corso”.
- l'art. 2 comma 2 e l'art. 4 della Convenzione vengono interamente eliminati.

 Tutto ciò premesso e considerato:

Visto il decreto Commissario delegato per l’emergenza ambientale in Puglia n. 189 del 19/10/2006;

Vista la deliberazione dell'assemblea dei sindaci dell'ATO LE/1 n. 40 del 15/12/2006;

Vista la delibera di C.C. n. 29 del 08/10/2007;

Visto l'atto transattivo sottoscritto in data 07/08/09 tra l'ATO, il Comune di Cavallino e il Commissario delegato per l'emergenza rifiuti in Puglia;

Dato atto che sulla proposta della presente deliberazione è stato acquisito il parere favorevole del Responsabile del Servizio Tecnico, ai sensi dell’art.49 D.Lgs. n.267/’00;

Con voti 13 favorevoli su 13 Consiglieri presenti e votanti; 

DELIBERA 

  1. Di prendere atto dell'atto transattivo sottoscritto in data 07/08/09 tra l'ATO LE/I, il Comune di Cavallino e il Commissario delegato per l'emergenza rifiuti in Puglia, facente parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
  2. Di modificare lo Statuto e la Convenzione, già approvati con delibera di C.C. n. 29 del 08/10/2007 secondo quanto di seguito riportato:

- l’art. 2 comma 2 dello Statuto viene sostituito dal seguente testo: “la proprietà degli impianti rimane di esclusiva titolarità degli enti locali, mentre il Consorzio subentra all'ente locale esclusivamente nella titolarità dei contratti di affidamento della gestione in corso”.
- l'art. 2 comma 2 e l'art. 4 della Convenzione vengono interamente eliminati.

    3.  Di trasmettere la copia della presente delibera, all'ATO LE/1 per gli adempimenti di propria competenza. 

    4.  Di porre in votazione l’immediata eseguibilità della presente deliberazione, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 267/00, che sortisce il seguente esito: Consiglieri presenti e votanti nr. 13, nr. 13 favorevoli.