Home Eventi

Screening ecografico gratuito alla tiroide con Pensa alla Salute

PDF  Stampa  E-mail  Mercoledì 25 Ottobre 2017 08:26
pensa-alla-salute-novembre-2017-web-comune.jpg
Il Comune di Martignano, partner del progetto Pensa alla Salute, vi invita alle giornate di screening ecografico gratuito del 4 e 5 novembre 2017.
Info e prenotazioni su: Pensa alla Salute
 

Ladini e Griki insieme in Val di Fassa

PDF  Stampa  E-mail  Domenica 18 Settembre 2016 23:06
parco-turistico-palmieri-val-di-fassa-comune.jpg

Evò ce Esù - Io e Te - Ge e Tu
IDENTITÀ LINGUISTICA E TURISMO
I LADINI E LA COMUNITÀ DELLA GRECÌA SALENTINA INSIEME IN VAL DI FASSA
9-11 settembre 2016
Val di Fassa (TN)

Dal 9 all’11 settembre 2016, la comunità ladina di Fassa e la comunità della Grecìa salentina, con una delegazione della Comunità di Martignano, si sono unite in uno scambio culturale che ha rinsaldato l’amicizia e la collaborazione tra le due minoranze linguistiche, lontane per posizione geografica e caratteristiche del territorio, ma per certi versi accomunate da una stessa vocazione all’accoglienza e all’attività turistica.

Nel febbraio del 2015, a Martignano, in occasione del Carnevale della Grecìa salentina, i rappresentanti dell’Istituto Culturale Ladino e del Museo Ladino hanno potuto conoscere da vicino le modalità di gestione delle iniziative organizzate dalla comunità salentina volte alla conservazione della lingua e della cultura grika, ed incontrare i responsabili delle varie istituzioni e associazioni locali che si occupano – non senza difficoltà – della promozione culturale e turistica del loro territorio.

A settembre del 2016 una delegazione grika, composta dai rappresentanti del Comune di Martignano e dell’Unione dei Comuni della Grecìa salentina, del Parco Palmieri, del Coordinamento del Carnevale della Grecìa Salentina, con la Pro Loco di Martignano, l’Ass. Salento Griko, il Gruppo Donatori Fratres, il Club Salento Giallorosso, gli Amici te lu Paulinu, è stata presente in Val di Fassa per incontrare i responsabili della gestione del territorio e della tutela della minoranza ladina a livello locale, provinciale e regionale, per conoscere più da vicino la realtà fassana.

parco-turistico-palmieri-45.jpg

Vigo di Fassa - Museo Ladino - Saluti istituzionali e inizio lavori

Per confrontare le rispettive “buone pratiche” nel settore, si sono alternati momenti di incontro con i rappresentanti delle organizzazioni turistiche e dell’Azienda di promozione turistica della Valle di Fassa, durante i quali sono state presentate le modalità con cui l’identità linguistica della comunità grika viene declinata in rapporto alle attività turistiche, mettendo a confronto i diversi sistemi di organizzazione e gestione delle iniziative culturali.

Nell’arco delle tre giornate c’è stato anche modo di illustrare agli ospiti griki l’attività dell’Istituto e del Museo ladino, con la sua articolazione sul territorio, nonché il lavoro delle associazioni impegnate per la valorizzazione della lingua e della cultura ladina.

Il primo incontro tra le due comunità ed i loro rappresentanti istituzionali si è tenuto presso la sala “Luigi Heilmann” del Museo Ladino, il mattino di venerdì 9 settembre, nel corso del quale la minoranza Grika ha presentato la propria realtà ed i progetti di salvaguardia linguistica, mentre nel pomeriggio si è tenuta una tavola rotonda con gli operatori dei settori turistico - economici della valle, ed un laboratorio esperienziale ideato dal Parco Palmieri di Martignano (LE), per far conoscere la lingua grika ai turisti.

parco-turistico-palmieri-46.jpg

Vigo di Fassa - Museo Ladino - Operatori culturali e turistici della Val di Fassa

Ai lavori della prima giornata hanno preso parte Beppe Detomas, Assessore alla Cultura della Regione Trentino Alto Adige, Marilena Defrancesco, Servizio Minoranze Provincia Autonoma di Trento, Elena Testor, Procuradora del Comun General de Fascia, Leopoldo Rizzi, Sindaco di Vigo di Fassa, Bernard Ivo, Sindaco di Campitello di Fassa, Gianluigi De Sirena, Consigliere Comun General de Fascia, Fabio Chiocchetti, Direttore Istituto Culturale Ladino Majon de Fascegn, Antonio Pollam, Presidente Istituto Culturale Ladino Majon de Fascegn,  Vigilio Iori, Responsabile O.L.F.E.D. (Ufficio Ladino Formazione e Crescita Didattica), Sieghard Gamper, Direttore Ufficio Minoranze linguistiche della Regione Trentino Alto Adige, Fausto Lorenz, Presidente Azienda Promozione Turistica Val di Fassa, Daniela Brovadan, Museo Ladin e Angela Pederiva, Comun General de Fascia e Comitati Manifestazioni.

parco-turistico-palmieri-48.jpg

Il Sindaco di Martignano Luciano Aprile con Fabio Chiocchetti, Direttore del'Istituto Ladino e Beppe Detomas, Assessore Cultura Regione Trentino e Alto Adige

Al Sindaco di Martignano Luciano Aprile il compito di rappresentare la comunità martignanese e grika, con un focus sul percorso istituzionale intrapreso negli anni dalla minoranza linguistica salentina sul sentiero della salvaguardia della lingua. Pantaleo Rielli, Responsabile del Parco Turistico Palmieri, ha invece illustrato il progetto di promozione della lingua e cultura grika “Evò ce esù – io e te” e il modello di turismo culturale del Parco Palmieri di Martignano. Con il laboratorio sul griko ideato da Parco Palmieri è stato possibile far penetrare la cultura grika grazie ai linguaggi delle arti e del vissuto, grazie al contributo del cantautore griko Rocco De Santis, del musicista griko Mattia Manco Gregoriadis, degli esponenti della comunità grika Leonardo Greco, Realino Bray e Anna Esposito, degli operatori di Parco Palmieri Pantaleo Rielli e Claudia Guido.

parco-turistico-palmieri-50.jpg

Moena - Mostra “1914-1918: La Gran Vera – La Grande Guerra” - Con il Sindaco Edoardo Felicetti e l'Ass. alla Cultura Ilaria Petrone

Per tutta la giornata è stato allestito uno spazio espositivo con le pubblicazioni, il materiale promozionale turistico ed i prodotti tipici della Grecìa salentina; i ladini hanno potuto degustare i conservati agroalimentari della Gepra srl di Martano, i legumi dell'Azienda Agricola Calò&Monte di Zollino, l’olio extra vergine di oliva della Masseria Chicco Rizzo di Sternatia, i prodotti da forno di Nonno Felice di Calimera, i vini della Masseria L’Astore di Cutrofiano, l’olio extra vergine di oliva dell’Azienda agricola Greco Pantaleo di Caprarica di Lecce, i prodotti PAT “lu Cuturusciu” (fornito dalla pro Loco di Calimera), il Pisello nano e la Fava di Zollino, e infine l’Insalata grika, il piatto principe di Martignanoservito dai volontari del Coordinamento del Carnevale griko.

La giornata del 10 settembre si è aperta con la visita della comunità grika alla Mostra “1914-1918: La Gran Vera – La Grande Guerra”, al Teatro Navalge di Moena, accompagnati da Edoardo Felicetti, Sindaco di Moena e da Ilaria Petrone, Assessora alla Cultura. La Mostra, ideata dall’Istituto di Cultura Ladino tratta della Grande Guerra con riferimento al fronte austro-russo, alla guerra in montagna sulle Dolomiti di Fassa e al suo impatto sulle popolazioni locali. Espone la collezione Fedelspiel-Caimi che comprende uniformi, cimeli, reperti, album fotografici, arricchita da reperti di altre collezioni private.

parco-turistico-palmieri-49.jpg

Pozza di Fassa - Palatenda - Al Simposio d'arte Toni Gross

Al pomeriggio la delegazione ha visitato il Caseificio sociale di Val di Fassa a Pera di Fassa con l’annesso museo 'L Malghier dedicato all’arte casearia, accolta dal Presidente della Cooperativa dei produttori, per poi trasferirsi presso ilPalatenda di Pozza di Fassa dove, nell’ambito del 3° simposio d’arte Toni Gross, è stato possibile allestire lo spazio espositivo griko e assistere alla proiezione del documentario in grico “Evò ce esù – io e te” di Christian Manno e Pantaleo Rielli, oltre a dei film etnografici relativi al territorio delle Dolomiti. Qui l’incontro con Mirella Florian, Sorastanta della Scola Ladina de Fascia, Fernando Brunel, Presidente Union di Ladins de Fascia e Lucia Gross, Responsabile Redazione di Fassa della Rivista La Usc. In questa cornice il saluto del Sindaco di Martignano Luciano Aprile e di Pantaleo Rielli del Parco turistico Palmieri.

parco-turistico-palmieri-51.jpg

Pozza di Fassa - Palatenda - Simposio d'arte Toni Gross - Corner degustazione prodotti tipici della Grecìa Salentina

La giornata di domenica 11 settembre si è aperta con la visita a Canazei alla galleria d’arte TANART, di proprietà dello chef trentino Sergio Rossi e diretta dal critico d’arte Massimo Micheli. Qui l’incontro con l’artista Claus Soraperra, con il Direttore dell’Azienda di Promozione Turistica della Val di Fassa Andrea Weiss, con l’Assessore alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento Tiziano Mellarini, con il Vice-Sindaco di Canazei Luca Guglielmi. Al termine lo chef Sergio Rossi ha fatto degustare alla comunità grika gli straordinari piatti della “La Locanda degli Artisti”. A seguire la delegazione grika ha preso parte alla “Gran Festa da d’istà”, la grande Sfilata per le vie di Canazei di bande musicali e gruppi folkloristici provenienti da tutte le valli ladine.

Al termine della tre giorni in Val di Fassa entrambe le comunità hanno espresso apprezzamenti per lo scambio culturale tra i due territori e si sono congedate con i migliori auspici nel proseguire il cammino intrapreso nel campo della cultura e del turismo.

Ufficio Turistico di Parco Palmieri

 

Evò ce Esù Visioni - Rassegna Cinematografica - Programma 2016

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 16 Agosto 2016 16:46
rassegna-evo-ce-esu-parco-palmieri-partner-web-comune-2016.jpg

Rassegna cinematografica

"Evò ce esù - Visioni – Incontri di confine, tra visi e parlate"

III^ edizione

 

PARCO TURISTICO PALMIERI

MARTIGNANO (LE)

2, 3 e 4 Settembre 2016

INGRESSO GRATUITO - DALLE ORE 18.00

Palazzo Palmieri - Piazza Palmieri

 Il cinema delle lingue minoritarie in Puglia

Si terrà a Martignano (Le), in Grecìa Salentina, l’isola linguistica del Salento, il 2, 3 e 4 settembre 2016, la terza edizione della Rassegna Cinematografica "Evò ce esù – Visioni. Incontri di confine, tra visi e parlate", dedicata al cinema delle lingue minoritarie e organizzata dal Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano (Le), conla Cooperativa sociale Open e l’Ass. Salento Griko, in partenariato con il Babel Film Festival di Cagliari, la Cineteca Sarda con la Società Umanitaria, Terra de Punt, Area Visuale, la Mòstra de Cinema Occitan con la Direzione Generale di Politica Linguistica del Dipartimento di Cultura della Presidenza della Generalitat della Catalogna, il FestivalDocumentaria Noto, il Festival Internazionale del Cinema Sordo Cinedeaf con L’Istituto Statale per sordi di Roma, il Festival Europeo delle Arti Performative in Lingua Minoritaria SUNS Europe, l’Ass. Anyway Accessalento, con il sostegno del Comune di Martignano, con il patrocinio della Regione Puglia, dell’Apulia Film Commission, dell’Unione Comuni della Grecìa Salentina, dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia, della Fondazione Notte della Taranta, di “Prozìmi”, la rete degli Istituti Comprensivi della Grecìa Salentina, la media partnership di QuiSalento, EjaTv e Zero Web Radio, e la collaborazione di registi e operatori del settore cinematografico e della ricerca e tutela delle lingue minoritarie.

IL PROGETTO

L’evento, che si svolgerà negli spazi del Parco Turistico Culturale Palmieri a Martignano (Le) (Sala conferenze, frantoio semi-ipogeo, giardino e cortile di Palazzo Palmieri, Piazza Palmieri), pone l'accento sul cinema delle lingue definite “minori”, con l'obiettivo di far conoscere al pubblico il dinamismo di molte realtà che si muovono nella prospettiva del riscatto e della volontà di risveglio dal torpore e dal conformismo culturale, nel tempo della globalizzazione. Un linguaggio, quello filmico, contemporaneo ed accattivante, in grado di penetrare confini linguistici e lessicali ed aprire varchi a relazioni, a contenuti emozionali e geografici rappresentativi di territori e culture diverse; uno strumento in grado di togliere via la polvere che si nutre di lingue deposte, coperte dai teli dell’abbandono o dell’indifferenza. Ma anche l’occasione per porre uno sguardo su storie e prospettive di “confine”, dove l’alterità, con le contraddizioni umane e sociali che genera, diventa occasione di riflessione sui grandi temi della contemporaneità.

L'iniziativa nasce da un’idea progettuale del Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano, condivisa e sostenuta dalla fattiva collaborazione della Cineteca Sarda, la prima infrastruttura audiovisiva pubblica, culturale ed educativa in Italia, nata nel 1966, l'unica in Sardegna dotata di una struttura permanente di studio e sperimentazione, che ha portato alla realizzazione del catalogo regionale del patrimonio audiovisivo riguardante la Sardegna; e del Babel Film Festival di Cagliari, il primo concorso cinematografico internazionale destinato esclusivamente alle produzioni cinematografiche che guardano e raccontano le minoranze, in particolare linguistiche, promosso da Babel e Terra di Punt, da Area Visuale Film e dalla Cineteca Sarda. La collaborazione con le realtà sarde, con l'iniziativa Babel in Tour, rende possibile una rassegna ricca e variegata, altamente rappresentativa del cinema di minoranza linguistica, l’unica nel suo genere in Puglia. Inoltre, l’interazione con altre realtà provenienti da diverse parti d’Italia e non solo, sugella un percorso di rete che, nel segno della diversità culturale e linguistica, crea ponti e collaborazioni inaspettate, contribuendo in modo sostanziale alla valorizzazione e promozione del territorio pugliese e griko in particolare.

LE LINGUE E LE GEOGRAFIE

L'edizione 2016 presenterà al pubblico pugliese pellicole provenienti da geografie e confini linguistici variegati; i luoghi del girato toccheranno paesi come il Congo, il Brasile, il Mexico, la Gran Bretagna, la Norvegia, l’Irlanda, e l’Italia (con la Sicilia, la Sardegna, la Puglia, il Piemonte, il Friuli), e lo faranno con lingue arcaiche e nascoste quali l’Occitano, il Kinande,laBambara, il Sardu,il Griko,il Mebengokre-Kayapò, il Sàmi,il Gaelico,il Chinanteco,l’Euskera,il dialetto Siciliano,quello Salentino,finoalla Lingua dei Segni; tutti i progetti filmici proposti sono in grado di esprimere, raccontare e penetrare confini culturali, sociali, antropologici, geografici, facendo emergere con forza temi di grande interesse: guerra, ambiente, religione, cibo, musica, vite sospese, ricerca antropologica, lotte sociali, inclusione sociale, integrazione, solo per citarne alcuni.

 I FILMS

Ad aprire questo lungo percorso ad immagini sarà il corto “Meraviglioso”, uno dei dodici beni del territorio grico raccontati dagli alunni di Prozìmi, la Rete degli Istituti Comprensivi della Grecìa Salentina con il progetto “Discovering Grecìa”; seguirà la presentazione del documentario “Skàttome Kannò-Zappiamo fumo” uno spaccato contemporaneo sulla nera vita dei carbonai “grichi” di Calimera (i kraunari); da qui il racconto si dipanerà tra viaggi alla ricerca dell’orgoglio occitano (Lo sumi de la lenga vai a Montpelhièr), della tradizione orale della Sardegna più nascosta, tra Carnevale, Malocchio, Spaventi, Visioni e Magia (S’Orchestra in Limba), nei paradossi della tutela ambientale (Animal Park), nella cultura rom-salentina nata dall’incontro tra i contadini e i rom (Gitanistan), nella tradizione brasiliana di dipingere i corpi, dove la strega della pittura crea cultura (Me`Ôk - Nossa Pintura), nella sensibilità e l’impegno sociale del cinema sordo con le storie di “The Kiss” e “The End”, nella ricerca di evasione da un piccolo villaggio nella tundra artica di due adolescenti incaute (Hilbes Biigà - O.M.G. Oh Máigon Girl), nel conflitto tra dovere e coscienza, dove si muovono i passi pesanti di un uomo in cerca di riscatto (Il Successore),  nel dibattito religioso e filosofico e di manifesta intolleranza nell'apparente moderna Irlanda (Rùbaì), nella narrazione in catalano, occitano, sardo, baskiro, ladino, e altre lingue di minoranza europea, dell’esperienza del più grande festival dedicato alla musica di minoranza linguistica (Suns Europe), nella vita dei “Caminanti” di Noto: arrotini, ombrellai, stagnini o vecchi carrettieri, divisi tra simboli e cultura pre-urbana (Caminante), nel cammino della zuppa di pietra in Messico, a difesa di un’antica tradizione gastronomica (JEUH KIEH A JM HM KAHUN-The Path of Stone Soup), nel viaggio inedito attraverso le ragioni e la realtà quotidiana dei pastori sardi, alla ricerca delle origini della protesta per ottenere dignità e prezzi migliori per i loro prodotti (Capo e Croce), e infine nella storia di un coro di voci che cantano la propria umanità, un esempio di integrazione e di incontro tra popoli (Kandia).

 GLI OSPITI

Al linguaggio filmico si alternerà la narrazione degli ospiti: registi, operatori culturali, rappresentanti di Festival ed istituzioni partner. Tra questi Antonello Zanda, Direttore Cineteca Sarda, Josep-Enric Teixidó Pujol, Institut de Llengües, Universitat de Lleida – Catalogne, Deborah Donadio, Organizzatrice del Cinedeaf, attrice sorda, interprete LIS, Paolo Carboni, Organizzatore del Babel Film Festival, co-regista di “Capo e Croce”, Pantaleo Rielli, Responsabile del Parco Turistico Palmieri e co-regista di “Skàttome Kannò”, Christian Manno, Parco Turistico Palmieri e co-regista di “Skàttome Kannò”, Monica Dovarch, Regista di “S’Orchestra in Limba”, Marco D’Agostini, Regista di “SUNS Europe”, Pierluigi De Donno, Regista di “Gitanistan”, Mattia Epifani, Regista de “Il Successore”, Hamado Tiemtoré, Regista di “Kandia”, I Carbonai di Calimera, protagonisti di “Skàttome Kannò”, Mauro Scarpa, Autore di “Il Sole e il Gallo”, Immacolata Giannuzzi, Direttrice della  Compagnia Arakne Mediterranea, Rocco De Santis, Cantautore ed esperto di grico, Piera Ligori, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Calimera-Martignano, Maria Adele Campi, Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Martano, Luciano Aprile, Sindaco di Martignano, Antonio Bray, Assessore al Turismo del Comune di Martignano, Ivan Stomeo, Presidente dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, Massimo Manera, Presidente della Fondazione La Notte della Taranta, Maurizio Sciarra, Presidente di Apulia Film Commission, Loredana Capone, Assessora all’Industria Turistica e Culturale, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali Regione Puglia.

 IL FORMAT EVO’ CE ESU’

La Rassegna è un tassello del format per la salvaguardia, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio linguistico e culturale della Grecìa Salentina, curato dal Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano (Le), con l’Associazione Salento Griko e la Cooperativa sociale Open. Il format esprime la produzione di documentari, tra i quali “Evò ce Esù – io e te” un lavoro che fissa nella memoria collettiva la vitalità di una lingua minoritaria quale il “griko”, ancora oggi parlata nella Grecìa Salentina, attraverso i volti, le emozioni ed il vissuto di chi, con fierezza e dignità, si batte per conservarla, sordo al destino che la attende; e “Skàttome Kannò – Zappiamo fumo”, che parla del nero mestiere dei carbonai di Calimera (i Kraunari); il Laboratorio “Evò ce esù - Io e la lingua dei miei padri, la mia lingua e le tante lingue del vissuto”, un percorso esperienziale che pone l’utente davanti al grico, con i linguaggi del racconto filmico, musicale, teatrale, poetico, di vita vissuta, del cibo.

In tutti i progetti la lingua grica e quella romanza divengono l’elemento di racconto principale, amplificato dal linguaggio filmico e delle arti performative, ma soprattutto da vissuto delle comunità locali, vera forza del format.

La generale offerta del format viene promossa con l’Evò ce Esù in Tour, che sta consentendo di portare la propria visione di lettura del territorio in giro per l’Italia e per il mondo, favorendo un processo responsabile di promozione della formula di fruizione turistica del Parco Palmieri di Martignano. Prossima tappa di Evò ce Esù in tour la Val di Fassa, dall’8 al 12 settembre 2016, presso la comunità dei Ladini.

 

EVO’ CE ESU’ VISIONI

Rassegna Cinematografica

Incontri di confine tra visi e parlate

Dal 2 al 4 settembre 2016 al Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano (Le) - PUGLIA

Dalle ore 18.00 Apertura spazi Palazzo Palmieri

(Mostre, Installazioni, Laboratori, Presentazioni, Proiezioni, Degustazioni,

Incontri, Racconti, Djset, Lingue Altre)

Ingresso gratuito

 

Programma Generale Rassegna

 

Venerdì 2 Settembre 2016

 Ore 18.00

Giardini di Palazzo Palmieri

Presentazione/Laboratorio

“O Ijo ce o gaddho Il Sole e il Gallo”

di e con Mauro Scarpa

Illustrazioni di Alberto Giammarruco - Traduzioni in griko di Salvatore Tommasi

Kurumuny Edizioni

Laboratorio gratuito per bambini e adulti

Ore 20.00

Cortile di Palazzo Palmieri - Saluti istituzionali

Ore 20.30

Cortile di Palazzo Palmieri - Avvio Proiezioni

 

MERAVIGLIOSO

Discovering Grecìa - Il racconto dei Ragazzi

di Istituto Comprensivo Calimera Martignano

(Italia, 2016, genere: corto, o.l. griko, italiano, inglese - 4’ 56’’)

Ospiti

Piera Ligori e Maria Adele Campi

Dirigenti scolastiche di Prozìmi, la Rete degli Istituti Comprensivi della Grecìa Salentina

 

SKÀTTOME KANNÒ (Zappiamo Fumo)

di Christian Manno & Pantaleo Rielli

(Italia, 2015, genere: documentario, o.l. griko, dialetto salentino, italiano - subt. Ita - 41' 38'')

Ospiti

Autori e Comunità dei Carbonai di Calimera

 

LO SUMI DE LA LENGA VAI EN MONTPELHIER

di Andrea Fantino

(Italia, 2016, genere: documentario, o.l. occitano, italiano – subt. ita - 36’’)

Proiezione inserita nella programmazione della Mostra del Cinema Occitano

Ospite

Josep-Enric Teixidó Pujol

Institut de Llengües, Universitat de Lleida - Catalogne

 

ANIMAL PARK

di AFEA

(Italia, 2014, genere: documentario, o.l. Kinande, francese, subt. Ita - 9’)

 

S’ORCHESTRA IN LIMBA

di Monica Dovarch

(Italia, 2015, genere: documentario, o.l. sardu, subt. Ita - 47’)

Ospite

La regista Monica Dovarch

 

GITANISTAN

di Pierluigi De Donno e Claudio Giagnotti

(Italia, 2015, genere: documentario, o.l. italiano, salentino, romanì, subt. Ita - 68’)

Ospite

Il regista Pierluigi De Donno

 

 Sabato 3 settembre 2016

Ore 18.00

Sala conferenze di Palazzo Palmieri

Laboratorio “Evò ce esù – Io e te. Io e la lingua dei miei padri, la mia lingua e le tante lingue del mondo” – Con Rocco De Santis

Ore 20.00

Cortile di Palazzo Palmieri

Saluti istituzionali

Ore 20.30

Cortile di Palazzo Palmieri

Avvio Proiezioni

 

ME`ÔK (Nossa Pintura)

di Fábio Nascimento & Thiago Oliveira

(Brasile, 2014, genere: documentario, o.l. Mebêngôkre-Kayapó, subt. Eng - 21’)

 

CINEDEAF - Che cos'è il Cinema Sordo?

Video introduttivo

Proiezioni di films (The Kiss e The End) in partenariato con il Festival Cinedeaf di Roma, in collaborazione con l’Istituto Statale Sordi di Roma

 

THE KISS

di C. Swinbourne (regista sordo)

(Regno Unito, 2013, genere: fiction, o.l. LIS, subt. Ita - 7’)

THE END

di T. Evans (regista sordo)

(Regno Unito, 2011, genere: corto, o.l. LIS, subt. Ita - 24’)

Ospite

Deborah Donadio, organizzatrice Cinedeaf Roma

 

HILBES BIIGÁ (O.M.G. Oh Máigon Girl)

di Marja Bål Nango

(Norvegia, 2015, genere: cortometraggio, o.l. Sàmi - subt. Eng - 20’)

 

IL SUCCESSORE

di Mattia Epifani

(Italia, 2015, genere: documentario, o.l. italiano, bosniaco, inglese – subt. Ita - 52’)

Ospite

Il regista Mattia Epifani

 

RÚBAÍ

di Louise Ní Fhiannachta

(Irlanda, 2013, genere: cortometraggio, o.l. Gaeilge, subt. Eng - 11’ 31’’)

 

SUNS EUROPE

di Marco D’Agostini

(Italia, 2015, genere: documentario, o.l. catalano, occitano, sardo, baskiro, ladino - subt. Ita - 40’)

Proiezione in partenariato con il SUNS EUROPE

Ospite

Il regista Marco D’Agostini

 

Domenica 4 settembre 2016

 Ore 18.00

Giardini di Palazzo Palmieri

Laboratorio “Territorio, Tarantelle, Pizziche grike e Tamburello”

Con la Compagnia Arakne Mediterranea

Ore 20.00

Cortile di Palazzo Palmieri - Saluti istituzionali

Ore 20.30

Cortile di Palazzo Palmieri - Avvio programma proiezioni

 

KANDIA

di Hamado Tiemtoré

(Italia, 2014, genere: documentario, o.l. Bambara - subt. Ita – 14’)

Ospite

Il regista Hamado Tiemtoré

 

CAMINANTE

di FrameOFF

(Italia, 2013, genere: documentario, o.l. sicilianu, italiano - subt. Ita - 60’ 38’’)

Proiezione in partenariato con il Festival Documentaria Noto

Ospite

Cicco Valvo

Responsabile del Festival di Noto

 

JEUH KIEH A JM HM KAHUN (The Path of Stone Soup)

di Arturo Juárez Aguilar

(Messico, 2013, genere: documentario, o.l. chinanteco, spagnolo - subt. Eng – 22’ 59’’)

 

CAPO E CROCE

di Marco Antonio Pani e Paolo Carboni

(Italia, 2013, genere: documentario, o.l. sardu, italiano - subt. Ita – 104’’)

Ospite

Paolo Carboni, co-regista e organizzatore Babel Film Festival

 

Le Grike esperienze

Eventi collaterali della Rassegna

L’allestimento degli spazi con installazioni tematiche, mostre fotografiche, angoli di esperienza sulla lingua e cultura grika, proposte culinarie tipiche, consentiranno di accrescere l’appeal della Rassegna, con una proposta rivolta a target differenti di turisti, appassionati, locali. Una rassegna che, nella splendida cornice del Parco Turistico Palmieri, svilupperà con linguaggi differenti il tema delle lingue minoritarie e della loro capacità di raccontare i luoghi e le persone. Un viaggio che condurrà l’utente tra installazioni video sonore, mostre, spazi di racconto e di esperienze. Lo spazio del giardino e della sala conferenze di Palazzo Palmieri ospiteranno un’area dove l’utente potrà fare esperienza “grika”, immergendosi negli ingredienti dolci e salati della tradizione linguistica e culturale della Grecìa Salentina.

Si coincerà Venerdì 2 settembre con la presentazione/laboratorio del testo “O Ijo ce o gaddho, Il Sole e il Gallo” di e con Mauro Scarpa, con le illustrazioni di Alberto Giammarruco, la traduzione in griko di Salvatore Tommasi. Il progetto nasce come libro per bambini compresi nella fascia d'età 18/36 mesi e due i temi principali: il tempo ed i colori. Successivamente, grazie a Grika like, finanziato dalla Regione Puglia (L.R. 22 Marzo 2012, n.5), il progetto si è ampliato con la preziosa collaborazione di Corte Grande e Kurumuny. Il libro si presenta adesso come una storia per bambini piccoli e come un'occasione per giocare con il griko. Le traduzioni di Salvatore Tommasi permettono infatti di conoscere le parole del griko e di operare un confronto tra nuovo e tradizionale. In questa nuova veste, e con specifici laboratori artistici, il libro può essere “giocato” anche da bambini più grandi (fino ai 7 anni). La presentazione è accompagnata da un laboratorio artistico che coinvolge genitori e bambini. Si parte dal libro Il Sole e il Gallo, con particolare riferimento ai colori, e ogni bambino costruisce un suo libro- gioco personale utilizzando materiali differenti. L'obiettivo è quello di stimolare le capacità espressive attraverso un'attività manuale e creativa allo stesso tempo. Ogni storia viene letta e commentata. Lì dove possibile, viene stimolato il confronto in merito alle parole in griko utilizzando il glossario presente alla fine del libro.

Sabato 3 settembre sarà la volta del Laboratorio “Evò ce esù – Io e te. Io e la lingua dei miei padri, la mia lingua e le tante lingue del mondo” un percorso esperienziale che porrà l’utente (sia esso il viaggiatore, il curioso, l’appassionato) dentro la lingua grika, con i linguaggi del racconto filmico, musicale, teatrale, poetico, di vita vissuta, espressi da operatori culturali, musicali, e rappresentanti della comunità grika. Tra questi Rocco De Santis e Mattia Manco, interpreti della contemporanea vitalità del griko. Per un pubblico di 30 persone circa sarà possibile comprendere la centralità del griko nel racconto del territorio; obiettivo dichiarato è quello di rendere visibile, tangibile, e quindi fissarlo nel proprio album dei ricordi, il tratto distintivo di un territorio, con la speranza di far scoccare una scintilla preziosa che possa far ardere la passione attorno alla lingua.

L’idea del Parco Turistico Culturale Palmieri nasce dalla constatazione che la lingua e la cultura grika, elementi caratterizzanti della Grecìa Salentina, l’area linguistica del Salento, non emergono in modo incisivo all’attenzione di chi si imbatte in questo territorio.

La sfida è quella di creare tanto per un pubblico locale, quanto per un pubblico forestiero, un luogo di incontro/scontro con la lingua del vissuto (quella delle comunità parlanti, degli operatori musicali e culturali) in modo da restarne intrisi, colpiti, e si spera, spronati ad approfondirne gli aspetti con i metodi classici di insegnamento. Insomma si ritiene che senza il colpo di fulmine, senza l’innamoramento, sarà difficile sperare che i locali, giovani e non, possano dedicarsi all’approfondimento ed allo studio della lingua. Per raggiungere tale obiettivo è fondamentale avere un approccio vero, diretto, contemporaneo, dove la lingua emerga dalle storie del vissuto di chi la parla, di chi crea arte, musica e teatro in griko, di chi cioè la sente propria.

Le modalità “esperenziali” si muoveranno lungo i sentieri della vita delle persone, su quegli elementi caratterizzanti il vissuto, tra passato e presente. Ogni tema, il cui confine non sarà mai netto, entrerà nelle emozioni, nella socialità, nelle fasi più o meno importanti della vita, negli spazi condivisi di vita e di lavoro, nei contenuti caratterizzanti un territorio, nell’antropologia dei luoghi.

La lingua e le contraddizioni attorno alla sua conservazione muoveranno i partecipanti tra i temi della vita (zoì) con la nascita, il gioco, la scuola, l’amore, la fede, il lavoro, la morte, l’abbandono, il cibo, ma anche il contemporaneo ed il futuro. Con Rocco De Santis, Mattia Manco, Michela Marrazzi, Christian Manno, Pantaleo Rielli, Narduccio Greco, Realino Bray.

Domenica 4 settembre lo spazio dedicato alla grika esperienza è intriso di cultura musicale grazie al Laboratorio “Territorio, Tarantelle, Pizziche grike e Tamburello”.

L’ascolto delle musiche tradizionali, legate al mondo contadino e rurale, viene spesso relegato alla funzione poco gratificante di mera colonna sonora della festa, negandogli il suo fondamentale ruolo nel patrimonio culturale del Salento. Il laboratorio didattico si prefigge, perciò, di far apprezzare e far conoscere il linguaggio della musica popolare nei suoi vari aspetti, con un approccio teorico-pratico, caratterizzato dall’apprendimento musicale legato all’approfondimento di aspetti storici, etno-antropologici, religiosi, rituali.

Si imparerà la tecnica base del tamburello nella pizzica (con strumenti forniti dal soggetto proponente) e ci si divertirà a danzarla insieme. A far da cornice a questo momento, la viva voce di alcuni anziani custodi di esperienze di vita, memoria storica di fatti ed eventi, leggende e cunti che ascoltate, non sembrano affatto dissimili da fiabe.

Il percorso è caratterizzato da:

-           un Laboratorio teorico-pratico sulla “Pizzica Pizzica” e la “Pizzica de core” (ossia "della gioia", di corteggiamento: fondamentalmente, una danza saltata di coppia mista a ritmo veloce, che oggi tutti, grandi e piccoli, ballano soprattutto in occasione di feste popolari, di matrimoni, battesimi, festa familiari, mentre un tempo veniva danzata, in famiglia, in gruppo a file di coppie frontali o a quadriglia);

-           un Laboratorio teorico-pratico sul Tamburello.

-           Un momento finale di verifica-festa delle conoscenze acquisite mediante uno spettacolo di musica e danza.

Il laboratorio è frutto della proposta del Parco Turistico Culturale Palmieri in collaborazione con la Compagnia Arakne Mediterranea.

Info su www.evoceesu.it

 

Pensa alla Salute

PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 03 Marzo 2016 08:40
pensa-alla-salute-comune-martignano.jpg

MARTIGNANO DOMENICA 06 MARZO 2016
PALAZZO EX MUNICIPIO
Primo Piano - Dalle ore 10 alle 13.30

PENSA ALLA SALUTE
La Prevenzione comincia a Tavola!
Presentazione progetto e Primo Incontro

Con il patrocinio del Comune di Martignano, ed in collaborazione con il Parco Turistico Palmieri, prende il via domenica 6 marzo 2016, presso il Palazzo dell’Ex Municipio in Piazza Palmieri, il percorso gratuito di educazione e informazione per imparare a prendersi cura di se stessi, per migliorare il proprio stile di vita e la propria conoscenza in materia di salute e benessere. 
Voluto dalla equipe composta dal Medico di base, Dott.ssa Giorgia Cezza, dal Medico endocrinologo, Dott.ssa Simona Bray, e dalle Biologhe nutrizioniste, Dott.ssa Simona Rosato e Dott.ssa Lucia Greco, il percorso è rivolto alla comunità martignanese al fine di migliorare la qualità della salute ed il proprio benessere psico-fisico. 
I primi quattro incontri in calendario affronteranno le tematiche legate ai corretti stili di alimentazione e all’attività fisica, con un’attenzione particolare rivolta agli alunni della scuola, alle problematiche legate alla tiroide e all’esposizione al sole.

Si comincia domenica 6 marzo con il primo incontro che, oltre a presentare il progetto, punterà l’attenzione sul tema dell’alimentazione. Con un approccio informale, e soprattutto di ascolto, l’equipe avvierà una fase di screening, su base volontaria, con la misurazione dei parametri antropometrici (peso, altezza e circonferenza addome) e della pressione arteriosa. 
La somministrazione di alcuni questionari aiuterà a valutare il proprio stile di vita e a consentire di intervenire in modo corretto sulle proprie condotte in tema di alimentazione.

Per seguire il progetto e per richiedere informazioni è possibile visitare https://www.facebook.com/pensallasalute

Partecipate numerosi!

 

Il Carnevale dei Piccoli 2016

PDF  Stampa  E-mail  Sabato 30 Gennaio 2016 13:19
manifesto-carnevale2016-piccoliwebcomune.jpg
Domenica 31 gennaio 2016 - Martignano
Ore 17.00 presso la Scuola dell'Infanzia
Ingresso gratuito
Vi aspettiamo, grandi e piccini!
 

Incontro di Presentazione dell'ed. 2016 del Carnevale della Grecìa Salentina e Martignanese

PDF  Stampa  E-mail  Giovedì 28 Gennaio 2016 13:08

Incontro di presentazione del 30° Carnevale della Grecìa Salentina

Sabato 30 Gennaio 2016 - Ore 18.30 Sala Consiliare Comune di Martignano

Incontro di presentazione del Carnevale Griko

Eco-sostenibile - Accessibile - Interculturale

A cura del Coordinamento del Carnevale della Grecìa Salentina e Martignanese

Interventi:

- Luciano Aprile, Sindaco di Martignano

- Piera Ligori, Dirigente Istituto Comprensivo Calimera-Martignano

- Ilaria Zacheo, Pres. Ass. Multiculturale Philos

- Diomede Stabile, Pres. Ass. Anyway Accessalento

- Diego Pellè, Pres. Cooperativa L’Arcobaleno

- Pantaleo Rielli, Resp. Parco Turistico Culturale Palmieri

Ospiti:

I rappresentanti delle comunità di immigrati del progetto SPRAR “Il Salento accoglie - Minori” proposto dall'Unione dei Comuni "Terre di Acaya e di Roca" e attivato sul territorio di Pisignano dalla Coop. L’ARCOBALENO, e del progetto SPRAR “Kalos Irtate” proposto dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e attivato sul territorio dei Comuni di Zollino, Carpignano Salentino e Martano dall’Ass. Multiculturale PHILOS.

 

Rassegna "Evò ce Esù - Visioni" dal 28 al 30 Agosto 2015

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 25 Agosto 2015 18:19
rassegna-evo-ce-esu-comune-450.jpg

Si terrà a Martignano (Le), in Grecìa Salentina, l’isola linguistica del Salento, il 28, 29 e 30 Agosto 2015, la seconda Rassegna cinematografica "Evò ce esù - Visioni – Incontri di confine, tra visi e parlate", dedicata al cinema delle lingue minoritarie, organizzata dal Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano (Le), dall'Associazione Salento Griko e dalla Cooperativa sociale Open, in partenariato con il Babel Film Festival di Cagliari, la Cineteca Sarda, l’Associazione Terra de Punt ed EjaTV, con il sostegno della Regione Puglia, del Comune di Martignano, ed il patrocinio dell’Unione Comuni della Grecìa Salentina, del Comune di Melpignano e la collaborazione di registi ed operatori del settore cinematografico.

Info e programma su www.evoceesu.it

 

Mostra "Martignano celebra i suoi caduti"

PDF  Stampa  E-mail  Sabato 25 Luglio 2015 15:59
 

Festa patronale di San Pantaleone - 26 e 27 luglio 2015

PDF  Stampa  E-mail  Sabato 25 Luglio 2015 15:55
manifestosanpantaleone2015web-comune.jpg


Programma civile e religioso

 

DOMENICA 26 LUGLIO

 

- Ore 7.30 e 10.30 SS. Messe presso la Parrocchia Santa Maria dei Martiri

- Ore 19.00 SS. Messa e Processione con la statua del Santo per le vie del paese. La statua sarà accompagnata dagli uomini e donne dei Comitati Feste patronali di Martignano, dai fedeli e pellegrini, dai rappresentanti istituzionali, delle forze dell’ordine e da una rappresentanza dei Cavalieri di Arcadia di Lecce.
- Ore 21.00 Accensione di una batteria figurata di fuochi pirotecnici da parte della Ditta Cosma Dario e Fratelli di Monteroni (Le).

Al rientro della processione in Piazza della Repubblica consegna delle chiavi di Martignano al Santo da parte del Sindaco Luciano Aprile, e predica da parte di Don Vincenzo Giannuzzi.

 

Le bande Regione Puglia e Città di Monteroni si esibiranno nella cassa armonica allestita in Piazza della Repubblica fino a notte fonda, sotto le splendide luminarie che addobbano le principali vie del paese, curate dalla Ditta Massimo Mariano di Scorrano (Le).

 

LUNEDI’ 27 LUGLIO

 

- Ore 5.00, 6.00 , 7.00, 8.00 e 9.00 SS. Messe presso la Parrocchia Santa Maria dei Martiri

- Ore 10.00 Saluto ai pellegrini; breve processione per le vie del paese con spettacolo pirotecnico a cura delle Ditte Cosma Dario e Fratelli di Monteroni (Le) e Angelo Mega di Scorrano (Le). A seguire solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da Don Vincenzo Giannuzzi.

- Ore 18.30 e 19.30 SS. Messe

 

Le bande Città di Conversano e Città di Montescaglioso si esibiranno nella cassa armonica allestita in Piazza della Repubblica fino a notte fonda, sotto le splendide luminarie che addobbano le principali vie del paese, curate dalla Ditta Massimo Mariano di Scorrano (Le).

 

Il tosello del Santo è eseguito dalla premiata Ditta Aventaggiato Antonio di Castrignano dei Greci

 

Diretta web SS. Messe su www.parrocchiamartignano.it

 

2 Giugno Green - Martignano, comunità eco-sostenibile

PDF  Stampa  E-mail  Sabato 30 Maggio 2015 12:10
 
Pagina 1 di 4