Home Eventi Ladini e Griki insieme in Val di Fassa

Ladini e Griki insieme in Val di Fassa

PDF  Stampa  E-mail  Domenica 18 Settembre 2016 23:06
parco-turistico-palmieri-val-di-fassa-comune.jpg

Evò ce Esù - Io e Te - Ge e Tu
IDENTITÀ LINGUISTICA E TURISMO
I LADINI E LA COMUNITÀ DELLA GRECÌA SALENTINA INSIEME IN VAL DI FASSA
9-11 settembre 2016
Val di Fassa (TN)

Dal 9 all’11 settembre 2016, la comunità ladina di Fassa e la comunità della Grecìa salentina, con una delegazione della Comunità di Martignano, si sono unite in uno scambio culturale che ha rinsaldato l’amicizia e la collaborazione tra le due minoranze linguistiche, lontane per posizione geografica e caratteristiche del territorio, ma per certi versi accomunate da una stessa vocazione all’accoglienza e all’attività turistica.

Nel febbraio del 2015, a Martignano, in occasione del Carnevale della Grecìa salentina, i rappresentanti dell’Istituto Culturale Ladino e del Museo Ladino hanno potuto conoscere da vicino le modalità di gestione delle iniziative organizzate dalla comunità salentina volte alla conservazione della lingua e della cultura grika, ed incontrare i responsabili delle varie istituzioni e associazioni locali che si occupano – non senza difficoltà – della promozione culturale e turistica del loro territorio.

A settembre del 2016 una delegazione grika, composta dai rappresentanti del Comune di Martignano e dell’Unione dei Comuni della Grecìa salentina, del Parco Palmieri, del Coordinamento del Carnevale della Grecìa Salentina, con la Pro Loco di Martignano, l’Ass. Salento Griko, il Gruppo Donatori Fratres, il Club Salento Giallorosso, gli Amici te lu Paulinu, è stata presente in Val di Fassa per incontrare i responsabili della gestione del territorio e della tutela della minoranza ladina a livello locale, provinciale e regionale, per conoscere più da vicino la realtà fassana.

parco-turistico-palmieri-45.jpg

Vigo di Fassa - Museo Ladino - Saluti istituzionali e inizio lavori

Per confrontare le rispettive “buone pratiche” nel settore, si sono alternati momenti di incontro con i rappresentanti delle organizzazioni turistiche e dell’Azienda di promozione turistica della Valle di Fassa, durante i quali sono state presentate le modalità con cui l’identità linguistica della comunità grika viene declinata in rapporto alle attività turistiche, mettendo a confronto i diversi sistemi di organizzazione e gestione delle iniziative culturali.

Nell’arco delle tre giornate c’è stato anche modo di illustrare agli ospiti griki l’attività dell’Istituto e del Museo ladino, con la sua articolazione sul territorio, nonché il lavoro delle associazioni impegnate per la valorizzazione della lingua e della cultura ladina.

Il primo incontro tra le due comunità ed i loro rappresentanti istituzionali si è tenuto presso la sala “Luigi Heilmann” del Museo Ladino, il mattino di venerdì 9 settembre, nel corso del quale la minoranza Grika ha presentato la propria realtà ed i progetti di salvaguardia linguistica, mentre nel pomeriggio si è tenuta una tavola rotonda con gli operatori dei settori turistico - economici della valle, ed un laboratorio esperienziale ideato dal Parco Palmieri di Martignano (LE), per far conoscere la lingua grika ai turisti.

parco-turistico-palmieri-46.jpg

Vigo di Fassa - Museo Ladino - Operatori culturali e turistici della Val di Fassa

Ai lavori della prima giornata hanno preso parte Beppe Detomas, Assessore alla Cultura della Regione Trentino Alto Adige, Marilena Defrancesco, Servizio Minoranze Provincia Autonoma di Trento, Elena Testor, Procuradora del Comun General de Fascia, Leopoldo Rizzi, Sindaco di Vigo di Fassa, Bernard Ivo, Sindaco di Campitello di Fassa, Gianluigi De Sirena, Consigliere Comun General de Fascia, Fabio Chiocchetti, Direttore Istituto Culturale Ladino Majon de Fascegn, Antonio Pollam, Presidente Istituto Culturale Ladino Majon de Fascegn,  Vigilio Iori, Responsabile O.L.F.E.D. (Ufficio Ladino Formazione e Crescita Didattica), Sieghard Gamper, Direttore Ufficio Minoranze linguistiche della Regione Trentino Alto Adige, Fausto Lorenz, Presidente Azienda Promozione Turistica Val di Fassa, Daniela Brovadan, Museo Ladin e Angela Pederiva, Comun General de Fascia e Comitati Manifestazioni.

parco-turistico-palmieri-48.jpg

Il Sindaco di Martignano Luciano Aprile con Fabio Chiocchetti, Direttore del'Istituto Ladino e Beppe Detomas, Assessore Cultura Regione Trentino e Alto Adige

Al Sindaco di Martignano Luciano Aprile il compito di rappresentare la comunità martignanese e grika, con un focus sul percorso istituzionale intrapreso negli anni dalla minoranza linguistica salentina sul sentiero della salvaguardia della lingua. Pantaleo Rielli, Responsabile del Parco Turistico Palmieri, ha invece illustrato il progetto di promozione della lingua e cultura grika “Evò ce esù – io e te” e il modello di turismo culturale del Parco Palmieri di Martignano. Con il laboratorio sul griko ideato da Parco Palmieri è stato possibile far penetrare la cultura grika grazie ai linguaggi delle arti e del vissuto, grazie al contributo del cantautore griko Rocco De Santis, del musicista griko Mattia Manco Gregoriadis, degli esponenti della comunità grika Leonardo Greco, Realino Bray e Anna Esposito, degli operatori di Parco Palmieri Pantaleo Rielli e Claudia Guido.

parco-turistico-palmieri-50.jpg

Moena - Mostra “1914-1918: La Gran Vera – La Grande Guerra” - Con il Sindaco Edoardo Felicetti e l'Ass. alla Cultura Ilaria Petrone

Per tutta la giornata è stato allestito uno spazio espositivo con le pubblicazioni, il materiale promozionale turistico ed i prodotti tipici della Grecìa salentina; i ladini hanno potuto degustare i conservati agroalimentari della Gepra srl di Martano, i legumi dell'Azienda Agricola Calò&Monte di Zollino, l’olio extra vergine di oliva della Masseria Chicco Rizzo di Sternatia, i prodotti da forno di Nonno Felice di Calimera, i vini della Masseria L’Astore di Cutrofiano, l’olio extra vergine di oliva dell’Azienda agricola Greco Pantaleo di Caprarica di Lecce, i prodotti PAT “lu Cuturusciu” (fornito dalla pro Loco di Calimera), il Pisello nano e la Fava di Zollino, e infine l’Insalata grika, il piatto principe di Martignanoservito dai volontari del Coordinamento del Carnevale griko.

La giornata del 10 settembre si è aperta con la visita della comunità grika alla Mostra “1914-1918: La Gran Vera – La Grande Guerra”, al Teatro Navalge di Moena, accompagnati da Edoardo Felicetti, Sindaco di Moena e da Ilaria Petrone, Assessora alla Cultura. La Mostra, ideata dall’Istituto di Cultura Ladino tratta della Grande Guerra con riferimento al fronte austro-russo, alla guerra in montagna sulle Dolomiti di Fassa e al suo impatto sulle popolazioni locali. Espone la collezione Fedelspiel-Caimi che comprende uniformi, cimeli, reperti, album fotografici, arricchita da reperti di altre collezioni private.

parco-turistico-palmieri-49.jpg

Pozza di Fassa - Palatenda - Al Simposio d'arte Toni Gross

Al pomeriggio la delegazione ha visitato il Caseificio sociale di Val di Fassa a Pera di Fassa con l’annesso museo 'L Malghier dedicato all’arte casearia, accolta dal Presidente della Cooperativa dei produttori, per poi trasferirsi presso ilPalatenda di Pozza di Fassa dove, nell’ambito del 3° simposio d’arte Toni Gross, è stato possibile allestire lo spazio espositivo griko e assistere alla proiezione del documentario in grico “Evò ce esù – io e te” di Christian Manno e Pantaleo Rielli, oltre a dei film etnografici relativi al territorio delle Dolomiti. Qui l’incontro con Mirella Florian, Sorastanta della Scola Ladina de Fascia, Fernando Brunel, Presidente Union di Ladins de Fascia e Lucia Gross, Responsabile Redazione di Fassa della Rivista La Usc. In questa cornice il saluto del Sindaco di Martignano Luciano Aprile e di Pantaleo Rielli del Parco turistico Palmieri.

parco-turistico-palmieri-51.jpg

Pozza di Fassa - Palatenda - Simposio d'arte Toni Gross - Corner degustazione prodotti tipici della Grecìa Salentina

La giornata di domenica 11 settembre si è aperta con la visita a Canazei alla galleria d’arte TANART, di proprietà dello chef trentino Sergio Rossi e diretta dal critico d’arte Massimo Micheli. Qui l’incontro con l’artista Claus Soraperra, con il Direttore dell’Azienda di Promozione Turistica della Val di Fassa Andrea Weiss, con l’Assessore alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento Tiziano Mellarini, con il Vice-Sindaco di Canazei Luca Guglielmi. Al termine lo chef Sergio Rossi ha fatto degustare alla comunità grika gli straordinari piatti della “La Locanda degli Artisti”. A seguire la delegazione grika ha preso parte alla “Gran Festa da d’istà”, la grande Sfilata per le vie di Canazei di bande musicali e gruppi folkloristici provenienti da tutte le valli ladine.

Al termine della tre giorni in Val di Fassa entrambe le comunità hanno espresso apprezzamenti per lo scambio culturale tra i due territori e si sono congedate con i migliori auspici nel proseguire il cammino intrapreso nel campo della cultura e del turismo.

Ufficio Turistico di Parco Palmieri