Home News Martignano riconosciuta "Città che legge" 2020/2021

Martignano riconosciuta "Città che legge" 2020/2021

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 07 Luglio 2020 15:37
citta-che-legge-comune-martignano-2020-2021.png
MARTIGNANO "CITTÀ CHE LEGGE" 2020/2021

Continua il percorso di progettazione e qualificazione dei servizi culturali del Comune di MartignanoAl recente e cospicuo finanziamento de “La Biblioteca della Felicità” segue il riconoscimento di “Città che legge” da parte del "Centro per il libro e la lettura", d’intesa con l’Associazione Nazionale dei Comuni; una qualifica che certifica l’impegno delle amministrazioni locali nello svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio, volte alla crescita socio-culturale delle comunità attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.
Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura (attraverso biblioteche e librerie), ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura, si impegna a promuovere la lettura con continuità sul proprio territorio. 
Un successo per tutta la comunità martignanese che testimonia la vitalità del suo tessuto culturale e il paziente lavoro di programmazione e progettazione dell’Assessorato alla Cultura. Nei prossimi mesi si concretizzerà un percorso di rete che porterà ad una ulteriore crescita dei servizi e dell’offerta culturale del nostro piccolo borgo griko. 
Tale riconoscimento assume altresì grande importanza perché costituisce requisito necessario, per il biennio 2020/2021, per accedere a ulteriori opportunità di finanziamento ministeriali in grado di intercettare i bisogni della comunità diversificando gli investimenti culturali in relazione alle diverse fasce di età della popolazione.

Il Vicesindaco - Assessore alla Cultura 
Antonio Bray

Il Sindaco
Luciano Aprile