Home Ordinanze ordinanza

Ordinanza

PDF
Numero: 23
Data: 30.11.2009


Ordinanza 23


ORDINANZAN. 23/2009 

OBBLIGO DI ALLACCIAMENTO ALLA FOGNATURA NERA COMUNALE 

IL SINDACO 

PREMESSO che:

-         lo smaltimento delle acque reflue, da parte degli utenti, attraverso sistemi fognari e depurativi non regolamentati, diversi dall’allacciamento alla fognatura pubblica, può essere causa di danno ambientale ed in particolare di inquinamento della falda acquifera, situazioni sanzionabili ai sensi delle normative vigenti;

-         il mancato allacciamento dell’utenza alla rete di fognatura nera pubblica è in contrasto anche con il Regolamento Regionale n.5 del 03/11/1989 – art.3 (Disciplina delle pubbliche fognature), il quale prevede che:

- “nelle zone già servite da pubblica fognatura gli scarichi provenienti dagli insediamenti civili e/o produttivi devono essere allacciati alla stessa”;

- “nelle zone non ancora servite gli scarichi esistenti devono essere allacciati alla pubblica fognatura entro un anno dalla attuazione della stessa”;

-         il mancato allacciamento degli scarichi delle utenze alla rete fognaria nera comunale comporta il possibile perdurare di condizioni di rischio igienico-sanitario e di inquinamento della falda acquifera e contrasta con l’esigenza di migliorare la qualità ambientale del territorio;

Tutto ciò premesso e considerato,

VISTI

-         il D.Lgs. 152/1999;

-         il D.Lgs. 152/2006;

-         il TUEL 267/2000, 

ORDINA 

-         a tutti i proprietari di immobili ad uso civile e/o produttivo, ubicati su viabilità comunale servita dalla rete pubblica di fognatura nera in esercizio, i cui scarichi fognari provenienti dagli impianti interni non siano ancora allacciati a tale rete, di richiedere all’Acquedotto Pugliese S.p. A. l’esecuzione dell’allacciamento alla rete fognaria pubblica e la somministrazione del relativo servizio, entro 180 giorni dalla data di pubblicazione della presente ordinanza;

-         agli stessi proprietari, di provvedere, ad avvenuto ed attivato allacciamento alla rete fognante, per la dismissione dei sistemi esistenti di smaltimento delle acque reflue, all’occorrenza, se esistenti, con lo svuotamento delle vasche di stoccaggio provvisorio, disinfezione e riempimento delle stesse con materiale inerte litoide;

-         ai contravventori sono applicabili le sanzioni previste dall’art. 7-bis, comma 1-bis TUEL n.267/2000 e s.m.i. nonché quelle previste dall’art.133 d.lgs. 152/2006 e dalla legislazione regionale;

-         l’Amministrazione Comunale, in ogni caso, si riserva il ricorso all’esercizio dei poteri sostitutivi ed all’eventuale esecuzione degli allacciamenti in oggetto, in danno, a carico degli utenti che non abbiano ottemperato nei termini anzidetti

Si dispone, altresì, che:

-         alla presente Ordinanza sia data massima diffusione a mezzo di manifesti murali;

-         la presente Ordinanza sia pubblicata sull’Albo Pretorio del Comune per trenta giorni naturali consecutivi;

-         la presente Ordinanza sia trasmessa al Prefetto di Lecce, al Presidente della Regione Puglia, al Presidente dell’ATO Puglia, al Direttore Generale dell’Acquedotto Pugliese  S.p.A., all’Assessorato Regionale Opere Pubbliche  - Servizio Tutela delle Acque, alla Direzione Generale ARPA Puglia, alla Provincia di Lecce ed al Servizio di Igiene Pubblica della ASL di Lecce;

-         gli utenti dovranno comunicare tempestivamente all’Amministrazione Comunale – Ufficio Tecnico – l’avvenuta realizzazione dell’allacciamento fognario, onde prevenire successivi controlli ed eventuali contestazioni, ovvero irrogazione di sanzioni. 

Martignano, 30 novembre 2009 

                                                                           IL SINDACO
                                                                     Prof. Luigi SERGIO