Home Servizio Amministrativo e Demografico

Cittadinanza



CITTADINANZA

 

Ai sensi della legge n. 91 del 5 febbraio 1992 e successive modifiche ed integrazioni, le dichiarazioni per l’ acquisto, la conservazione, il riacquisto o la rinunzia alla cittadinanza e la prestazione del giuramento, sono rese all’ Ufficiale dello Stato Civile del Comune dove il dichiarante risiede o intende stabilire la propria residenza, ovvero, in caso di residenza all’ estero, davanti all’ autorità diplomatica o consolare del luogo di residenza.

 

A decorrere dal 4 giugno 2010, il cittadino italiano che acquista la cittadinanza di uno dei paesi aderenti alla Convenzione di Strasburgo non incorrerà più nella perdita del nostro status civitatis.

 CON LA LEGGE 15 LUGLIO 2009, N. 94 SONO STATE INTRODOTTE ALCUNE NOVITA' RIGUARDO AI REQUISITI NECESSARI PER OTTENERE LA CITTADINANZA ITALIANA.
PER LE RICHIESTE DI CONCESSIONE, PER MOTIVI DI RESIDENZA E PER MATRIMONIO, E' STATA PREVISTA LA PRESENTAZIONE DI DOCUMENTI ORIGINALI IN AGGIUNTA A QUELLI USUALMENTE ACQUISITI ( ES. ATTO DI MATRIMONIO); VIENE INTRODOTTO, INOLTRE, IL VERSAMENTO DI UN CONTRIBUTO PARI AD € 200 PER LE NUOVE ISTANZE.
IL PERIODO DI RESIDENZA LEGALE IN ITALIA CRESCE, DA SEI MESI A DUE ANNI, PER LE DOMANDE DI MATRIMONIO.
SONO STATI PREDISPOSTI, PERTANTO, NUOVI MODELLI DI DOMANDA:
- MODELLO A : DOMANDA DI CONCESSIONE PER MATRIMONIO;
- MODELLO B : DOMANDA DI CONCESSIONE PER RESIDENZA.